Tramonto

Blog

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

KalenjiRunSupport thumbMizunoWaveRider23Eh gia'.... dopo 4 anni senza correre praticamente mai sull'asfalto, ho ripreso per migliorare la velocita'. La paura era che il mio femore non reggesse e mi facesse male, troppo traumatico l'asfalto... invece sembra che vada tutto bene, o quasi. Qualche mese fa mi sono lasciato tentare da un acquisto incauto: ho preso le scarpe alla Decathlon: le Kalenji Run Support. Premetto che sono rimasto stupito per la qualita' di queste scarpe. Leggere, comode, ammortizzanti, traspiranti, ottime. Soprattutto per quello che avevo iniziato a fare al momento dell'acquisto: una, al massimo due uscite alla settimana di circa mezz'ora. Quindi se siete persone che si allenano con questa frequenza e durata, direi che sono perfette, soprattutto considerando il prezzo molto basso (tenendo sempre presente anche il mio peso di circa 65 kg in quel periodo). Non avendo avuto problemi con il femore, ho iniziato ad aumentare un po la durata dell'allenamento su asfalto ed anche la velocita' ma senza esagerare. Settimana scorsa, poi, ero in trasferta per lavoro e, KalenjiRunSupport2 thumbMizunoWaveRider232 thumbnon conoscendo la zona, mi sono limitato ad allenarmi in strada.... ho fatto 7 giorni di fila allenandomi per circa un'ora e un quarto.... un disastro. Male all'anca, male alle ginocchia, alle caviglie... insomma e' in quel momento che ho capito che quella scarpa non andava bene per quel tipo di allenamento. E in effetti anche Decathlon le indica per un uso meno intensivo, quindi era chiaro che sarebbe finita cosi'.... Poco male, oggi mi sono finalmente deciso a comprare le scarpe nuove! Alla fine ho optato per quelle che ho sempre usat prima dell'incidente: le Mizuno Wave Rider (che nel frattempo sono arrivate al numero 23!). Ho prvoato diversi modelli di diversi marchi ma alla fine quelle che sentivo meglio al piede erano quelle, vuoi per l'abitudine, vuoi perche' saranno davvero quelle piu' adatte al mio piede.... non lo so, comunque mi piace la calzata, le sento davvero bene e mi piace anche molto la colorazione! Ora non resta che provarle e vedere come vanno e, soprattutto, come va la mia gamba!!!

Write comment (0 Comments)
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Melma ThumbMTB ThumbVideoFinalmente si puo' andare per sentieri e ho ricominciato a girare peri boschi dietro casa sia di corsa che in mountain bike.... era davvero ora! Riesco anche a fare tempi di tutto rispetto! Sono davvero soddisfatto di come sta procedendo il mio allenamento... Ho perso un po di peso e ho tonificato molto i muscoli. Piano piano ricomincero' anche a fare lavori di qualita'. Stay tuned!

 

Write comment (0 Comments)
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

LaPrimaUscita2 ThumbLaPrimaUscita3 ThumbFinalmente dopo due mesi di lockdown si puo' tornare ad allenarsi all'aperto! Prendo subito la palla al balzo e, dopo u'infinita' di sessioni di allenamento sui rulli, esco a correre.
Niente di impegnativo, so che sara' dura. Inoltre il mio comune ha prorogato la chiusura dei sentieri fino al 18 maggio per cui posso correre solo in srtada.
Poco male, basta uscire!
Esco carico e inizio a correre, non sono preoccupato, dopo tutto ho fatto molte ore sui rulli... Rientro a casa soddisfatto dopo un giretto veloce, circa 40 minuti e poco dislivello. Faccio colazione e vado al lavoro. Giornata tranquilla, torno a casa e vado a nanna. Il giorno dopo e' previsto l'allenamento in pausa pranzo perche' devo iniziare molto presto il lavoro. Mi alzo con calma e.... che mal di gambe!!! Tutto sommato non mi dispiace, mi fa sentire vivo... In pausa mi alleno, senza strafare, il male passa ma quando il giorno dopo mi alzo e' ancora piu' forte. Faccio quasi fatica a camminare ma non demordo... Mi alleno ancora, finalmente un le gambe mi fanno meno male. L'indomani esco in bici e finalmente le gambe non mi fanno piu' male. In bici vado forte, faccio un'uscita veloce e ottengo un tempo buono... I rulli mi hanno aiutato a non perdere la tonicita'. Ho voglia di tronare a gareggiare, soprattutto di sciare.... Spero di farcela, di avere la costanza per tornare in forma.... vedremo, per ora mi e' tornata la voglia di scrivere, e gia' questo non e' male!

Ho finalmente provato li nuovo Garmin Forerunner 945 (qui l'unboxing) e devo dire che non mi ha deluso.... qui le mie prime impressioni.

Write comment (0 Comments)
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

elite quick motion in action ThumbEliteQuickMotionRollers ThumbIn Italia l’emergenza Covid-19 e’ scoppiata a l’ultima settimana di febbraio 2020…. Il lock-down e’ stato dichiarato poco dopo e con esso il divieto assoluto di fare sport all’aria aperta anche se individuale. Da due anni sto cercando di riprendere ad allenarmi piu’ o meno seriamente senza successo… L’estate del 2019 avevo raggiunto un buon livello ma, sfortunatamente, a fine agosto ho fatto una bruttissima distorsione alla caviglia sinistra. La guarigione e’ stata lunga e penosa con conseguente nuovo aumento di peso e demotivazione. Ho fatto giusto in tempo a fare una garettina mini vertical del circuito Affari & Sport da Carenno a Sogno.

Write comment (0 Comments)
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Evoluzione dei miei PS  Thumb

Suunto Stinger ThumbL'elettronica mi ha sempre appassionato.... unire l'amore per lo sport (e per la fatica) a quest'altro bellissimo interesse e' stato un passaggio obbligato.

Il primo strumento veramente tecnologico che ho avuto, pero’, non e’ stato un ricevitore satellitare bensi’ un computer da sub da polso, il PRIMO OROLOGIO/COMPUTER DA SUB DA POLSO! Era un Suunto Stinger che all’epoca costava quanto un motorino… E’ stato il mio regalo di laurea e lo conservo ancora gelosamente. E’ GPSV Thumbbellissimo, con delle linee davvero moderne anche se ormai ha quasi vent’anni. Era un oggetto all’avanguardia, molto piccolo (per essere un computer da sub), con la forma di un orologio anche se al suo interno nascondeva tutte le funzioni dei piu’ avanzati computer da sub che erano grandi almeno quattro volte! Li credo sia stato il momento in cui si e’ creato il legame indissolubile tra sport e tecnologia.
Qualche anno dopo ho acquistato il mio primo ricevitore GPS: un Gramin GPS V.

Write comment (0 Comments)