Paradiso

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

PrimaLastra thumbE' da moltissimo tempo che non scrivo nulla, troppo.... Chi mi segue (ancora) si sarà chiesto cosa sia successo...I fatti in breve: il 23 giugno 2016 sono stato investito da un camioncino mentre mi allenavo con la bici da corsa. LuogoDellIncidente thumbCollo del femore spezzato con frattura fino al trocantere. Seguono 4 giorni di attesa per l'operazione, un chiodo di 22cm intramidollare sparato nel femore, una vite di 11cm che tiene la testa del femore passando per il collo, una vite di 5cm che fissa il tutto,3 tagli sulla coscia, immobilità, ulteriori 5 giorni di ospedale, fiosoterapia, mesi di stampelle, magnetoterapia, mesi di zoppicate, dolore, rabbia, peso che aumenta, tono muscolare sparito totalmente, fianchi e pancia che crescono, morale sotto alla suola delle scarpe e, finalmente, il via libera a riprendere a fare un minimo di attività fisica. Mi muovo in bicicletta, faccio qualche passeggiata, qualche corsetta leggera... il dolore è intensissimo, i movimenti sono difficoltosi, il morale scende ancora... Piano piano riprendo ad avere voglia di soffrire, mi alleno solo in salita (la discesa è pericolosa perché si potrebbero spezzare le viti ed il dolore, caricando la gamba, è insopportabile), raggiungo un livello da corridore della domenica un pochino allenato e arriva un'altra doccia fredda...

InCarrozzina thumbSono guarito! Bene! Peccato che tocca rimuovere tutta la ferraglia. Si ricomincia: prericovero, ricovero, intervento rimandato di un giorno, intervento, coscia tagliata molto più che durante il primo intervento, dolore muscolare intensissimo, impossibilità di muovere la gamba, dimissioni, dolore, rabbia, letto/prigione dove ancora adesso mi trovo... sono passati solo 4 giorni dall'intervento, miglioro di giorno in giorno, ci vorranno ancora settimane di stampelle, almeno un mese di riabilitazione e poi, forse, un nuovo via libera a riprendere l'attività fisica...Ecco, questo è quello che è successo in questi 10 mesi.... Il 2016 era l'anno dei miei 40 anni, volevo fare bene, avevo deciso di concentrarmi su poche gare ti corsa in montagna e di farle al meglio, tutto saltato! Speravo di prepararmi alla stagione invernale al top per affrontare le tre gare che per me sono il massimo: adamello, parravicini e mezzalama.... tutto saltato. La stagione estiva 2017 salterà, ormai è impossibile riuscire a prepararla. Spero di riprendere le competizioni quest'inverno... Appena potrò mi impegnerò al massimo per recuperare il recuperabile! Spero di ricominciare a scrivere a breve delle mie scorribande per i monti! E, come dice sempre il mio super coach Riccardo Marini, "avanti tutta"!!!!

 

Comments powered by CComment